Installare WordPress richiede pochi minuti. Basterà dotarsi dell’ultima versione disponibile del CMS e avere accesso ad un Web server che offra i seguenti requisiti minimi:

  • PHP 5.6 o superiore.
  • MySQL 5.6 o superiore, o, in alternativa, MariaDB 10.0 o superiore.

WordPress non è destinato esclusivamente ad utenti professionisti. Chiunque, infatti, sarà in grado di mettere online un sito Web in pochi semplici passi seguendo le istruzioni di questa guida.

Si prelevi l’ultima versione di WordPress in lingua inglese o Italiano. Si decomprima il pacchetto e lo si carichi via FTP nella root o in un subfolder del proprio spazio web.

Si crei quindi un nuovo database. A questo punto si può lanciare l’installazione guidata dall’indirizzo della directory dove è stato caricato WordPress. Se il pacchetto è stato installato nella root, WordPress reindirizzerà la richiesta su:

Se WordPress dispone dei permessi di scrittura necessari sul file wp-config.php aprirà una pagina in cui l’utente dovrà inserire i dati per accedere al database.

Figura 2. Dati per la connessione al database

Dettagli connessione

WordPress propone il prefisso wp_ per i nomi delle tabelle, ma lasciare il prefisso predefinito potrebbe essere insicuro, si consiglia quindi di sostituire wp_ con prefisso di propria scelta.

Nella schermata successiva vanno impostati i dati di base del sito. La password sarà proposta da WordPress ma potrà essere cambiata in fase di installazione.

Figura 3. Indicatore di forza delle password.

Indicatore di forza delle password

Nel caso in cui WordPress non disponga dei permessi necessari, un messaggio di errore avvertirà l’utente che non è possibile creare il file wp-config.php. In questo caso, occorrerà creare una copia in locale di wp-config-sample.php, rinominandola in wp-config.php e modificando i valori delle seguenti costanti:

// ** MySQL settings - You can get this info from your web host ** //
/** The name of the database for WordPress */
define('DB_NAME', 'database_name');
/** MySQL database username */
define('DB_USER', 'database_user_name');
/** MySQL database password */
define('DB_PASSWORD', 'database_user_password');
/** MySQL hostname */
define('DB_HOST', 'database_host');

Eseguito il task, il file andrà caricato sul server nella main directory di WordPress. A questo punto sarà possibile proseguire la configurazione.

Articolo tratto da html.it

Share Button

L’ ID di una categoria in WordPress è un numero univoco che viene associato alla categoria. Questo numero può servire per vari motivi e per tanti widget; ad esempio serve nei widget per far vedere i post più popolari, dove l’ID viene utilizzato per non includere nel calcolo dei più popolari i post appartenenti ad una determinata categoria segnalata tramite l’ID ed anche per far si che lo slider dei post faccia vedere le categorie che vogliamo.

Trovare l’ID è semplice, basta :

  • andate in Categorie dal pannello di controllo
  • posizionati col cursore sopra la categoria di cui si vuole conoscere l’ID, e in basso a destra nel vostro browser, vedrete xomparire una lunga stringa… Il numero finale rappresenta l’ID della categoria in WordPress.

 

Articolo tratto da robertoiacono.it

Share Button