Enel Distribuzione poche ore fa ha presentato Open Meter, il contatore elettronico 2.0 che verrà installato in 32 milioni di case e aziende.

Open Meter è il nuovo contatore elettronico 2.0 che Enel Distribuzione installerà in 32 milioni di case e aziende per sostituire quelli di prima generazione.

open meter 2
Open Meter

Stamani, in sede di presentazione alla stampa di fronte al presidente Paolo Gentiloni, il gruppo italiano ha confermato che si parla di un investimento di circa 4,3 miliardi di euro, di cui 1,3 miliardi per i primi 13 milioni di contatori previsti entro il 2019. Nei prossimi 15 anni complessivamente verranno installati 41 milioni di Open Meter, considerate le vecchie e nuove utenze.

La qualità principale di questo modello 2.0 è di ispirarsi a un concetto di “energia aperta, accessibile, tecnologicamente all’avanguardia e sostenibile”. In pratica permetterà la misurazione dei consumi quasi in tempo reale e la possibilità di accesso via web o app mobile per il monitoraggio (anche lato cliente) delle curve di consumo e altri parametri chiave. Enel sostiene che la migliore precisione in lettura e la telegestione avanzata avranno effetti benefici anche nella trasparenza di fatturazione. Senza contare il potenziale offerto dall’avvento dei nuovi servizi domotici che potranno interfacciarsi grazie agli standard open.

“Il nuovo contatore 2.0, grazie alla disponibilità dei dati di consumo ogni 15 minuti, consentirà ai clienti di conoscere con maggiore dettaglio i prelievi giornalieri di energia e l’effettiva potenza assorbita da tutti i dispositivi elettrici ed elettronici (come ad esempio computer, lavatrice, condizionatore o macchinari industriali)”, spiega la nota di presentazione.

open meter

“In questo modo sarà possibile acquisire una sempre maggiore consapevolezza dei propri consumi, che si tradurrà in un risparmio sulla bolletta. Con la rilevazione più frequente dei dati di misura si ridurranno le fatture stimate, evitando i conguagli di fatturazione”.

Infine, grazie al contatore Open Meter, sarà più facile e immediato ottenere l’attivazione, la modifica o la cessazione della fornitura con il proprio venditore di energia elettrica.

I venditori invece godranno di una riduzione dei tempi di switching (cambio del gestore di fornitura elettrica), consentendo ai clienti di cogliere velocemente le opportunità di mercato in merito al processo di voltura.

“È un gran passo, un salto di prestazione che concilia le esigenze di tutela del consumatore e le potenzialità tecniche che fanno dell’Italia un Paese all’avanguardia”, ha commentato l’amministratore delegato di Enel, Francesco Starace.

Articolo tratto da Tom’s Hardware di  @dariodelia74

Share Button

Prosegue a ritmo serrato il cantiere di Open Fiber dopo l’aggiudicazione della gara per il cablaggio con reti ultra veloci dell’Italia. Città dopo città anche le aree bianche potranno navigare a tutta velocità

Roma – Open Fiber si è da poco aggiudicata la concessione per il cablaggio dello stivale con tecnologia in fibra ottica. L’investimento in infrastrutture per la ultra broadband è già in corso per un impegno complessivo nei prossimi 6 anni di 6,5 miliardi di euro volto a raggiungere 19 milioni di abitazioni con banda larga FTTH, un progetto ambizioso che si realizzerà a step. Il primo traguardo per il mese di luglio prevede il raggiungimento con la fibra da 1 Gbps di 81 città e 50 comuni delle cosiddette aree bianche (a fallimento di mercato nelle regioni Abruzzo, Molise, Emilia Romagna, Lombardia, Toscana e Veneto). Già oggi 1,6 milioni di unità immobiliari sono collegate in fibra e si punta di arrivare a 2,7 milioni a fine 2017.

È il responsabile comunicazione di Open Fiber, Alessandro Zerboni, a raccontare il piano di espansione: “In Italia, nelle grandi città la fibra ottica superveloce c’è solo a Milano ma entro la fine del 2022 – ha spiegato Zerboni – la porteremo, complessivamente, in 271 città italiane, incluse ovviamente le più grandi come Roma, Napoli, Palermo, Firenze, Cagliari e molte altre”. La prospettiva è di passare rapidamente alla fase due, che prevede per l’appunto l’aggiudicazione del secondo bando. “Siamo in attesa di andare avanti, con la concessione per la seconda gara” – annuncia Zerboni – “si tratta della copertura di dieci ulteriori regioni, più provincia autonoma di Trento. È un bando che abbiamo già vinto preliminarmente; ma dobbiamo aspettare il via libera per potere aprire i cantieri”. Si tratta tra l’altro di un’ottima notizia anche sul fronte mercato del lavoro. Open Fiber infatti stima ulteriori 4-5mila nuove assunzioni per garantire il giusto supporto al progetto che appare effettivamente colossale.

Per Open Fiber, alla vittoria del bando Infratel, sono corrisposte ottime opportunità di collaborazione con partner commerciali a cui è demandata l’elaborazione della proposta finale ai clienti. Per raggiungere l’ultimo miglio il loro operato è fondamentale. Tra questi si contano: Wind Tre che fornisce connettività su Bari, Bologna, Catania, Cagliari, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Perugia, Torino e Venezia; Vodafone per Bari, Bologna, Catania, Cagliari, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Perugia, Torino e Venezia; Tiscali per Bologna, Cagliari, Milano, Perugia e Torino; Fastweb su Milano. Altri operatori sono concentrati sulla città di Perugia come Connesi, Go e TecnoAdsl. “Open Fiber effettua il collegamento in fibra ottica, lasciando al cliente finale la libertà di scegliere l’operatore abilitato alla fruizione dei nuovi servizi disponibili con la banda ultralarga” – si legge sul sito dedicato.

Stefano Paggi direttore Network & Operations di Open Fiber, ha già annunciato che i cantieri che mancano all’appello prenderanno avvio tra la fine del 2017 e inizio 2018. La chiusura dei lavori è prevista in un triennio e ad essere coinvolti saranno altri 3mila Comuni. Il piano per le cosiddette aree nere ovvero quelle che possono generare profitti prevedono un intervento meno prioritario e calcolato su un quinquennio. Verranno cablati in tal senso 281 Comuni grandi e ad alta densità abitativa raggiungendo una decina di milioni di immobili. Sul sito di Open Fiber è possibile vedere passo passo i risultati raggiunti. E per una volta tanto spiccano anche città del Meridione. Una rivincita al digital divide che par anni ha trionfato nel Paese.

Articolo scritto da Mirko Zago , tratto dal sito punto informatico

Share Button

Regista: Denis Villeneuve
Generi: Fantascienza
Distribuzione: Warner Bros. Italia
Produzione: Scott Free Productions, Warner Bros., Alcon Entertainment, Thunderbird Films, Torridon Films
Anno: 2017
Nazione: US

uscita italiana
4 Ottobre 2017
Trent’anni dopo gli eventi del primo film, un nuovo blade runner, l’Agente K della Polizia di Los Angeles (Ryan Gosling) scopre un segreto sepolto da tempo che ha il potenziale di far precipitare nel caos quello che è rimasto della società. La scoperta di K lo spinge verso la ricerca di Rick Deckard (Harrison Ford), un ex-blade runner della polizia di Los Angeles sparito nel nulla da 30 anni.
Articolo Tratto da Trailersland
Share Button

Regia: Nikolaj Arcel
Cast: Idris Elba, Matthew McConaughey, Abbey Lee, Katheryn Winnick, Jackie Earle Haley, Nicholas Hamilton
Distributore: Sony Pictures Italia
Uscita: 10 agosto 2017
Roland Deschain, ultimo membro vivente dell’ordine dei cavalieri, vaga in cerca della Torre Nera, una costruzione leggendaria che tiene in equilibrio l’universo, nella speranza che, raggiungendola, riesca a salvare il mondo ormai in rovina. Un nuovo super fantasy dalla straordinaria penna di Stephen King.
Articolo tratto da Trailersland
Share Button

Regia: Taika Waititi
Cast: Chris Hemsworth, Tom Hiddleston, Mark Ruffalo, Idris Elba, Natalie Portman, Lou Ferrigno
Sceneggiatura: Craig Kyle, Christopher Yost
Distributore: Walt Disney Pictures Italia
Uscita: 25 ottobre 2017
Terzo capitolo del franchise dedicato al Dio del Tuono interpretato da Chris Hemsworth.
Share Button

Share Button


Regia: Rian Johnson
Cast: Daisy Ridley, John Boyega, Adam Driver, Mark Hamill, Oscar Isaac, Benicio Del Toro
Distributore: Walt Disney Pictures Italia
Uscita: 17 dicembre 2017
Ottavo episodio della saga leggendaria di Star Wars.

Share Button

Star Wars compie 40 anni quest’anno, e Lucasfilm festeggia con un evento che sarà ricordato a lungo.

Giovedi ‘ 13 aprile, Star Wars Celebration Orlando sarà caratterizzato da “40 anni di Star Wars”, un panel speciale raccolta di Star Wars , creatori e stelle di tutta la storia della saga. Anche se molte sorprese di dimensioni galattiche sono ancora in fase di salvataggio per l’evento, Lucasfilm è lieta di annunciare alcuni nuovi relatori che sono tra i più grandi nomi di Star Wars.

Hayden Christensen (Anakin Skywalker), protagonista di Star Wars: L’attacco dei cloni e Star Wars: La vendetta dei Sith, torna alla celebrazione per la prima volta dal 2002. Christensen incontrerà anche i fan per firmare autografi .

Si unisce un impressionante elenco di nomi di Star Wars , tra cui: Kathleen Kennedy (presidente Lucasfilm), Dave Filoni (produttore esecutivo, Star Wars Rebels), Mark Hamill (Luke Skywalker), Ian McDiarmid (l’imperatore / Darth Sidious), Anthony Daniels (C-3PO), Peter Mayhew (Chewbecca), e Billy Dee Williams (Lando Calrissian).

Star Wars Celebration Orlando si terrà il 13-16 aprile presso l’Orange County Convention Center.

Visita StarWarsCelebration.com per maggiori informazioni!

 

StarWars.com. All Star Wars, all the time.

Share Button

Regia: Matt Reeves
Cast: Judy Greer, Woody Harrelson, Andy Serkis, Steve Zahn, Max Lloyd-Jones, Ty Olsson
Distributore: 20th Century Fox International
Uscita: 27 luglio 2017
La nazione delle scimmie geneticamente modificate guidate da Cesare entrerà in guerra con un’armata di umani capitanati dal temibile Colonnello.

 

 

 


Share Button

Outlook Express for Windows 7-8.1-10 (x86-x64 Bit)

Istruzioni:
1. Scarica l’archivio Rar e scompattalo dove vuoi …
2. Clicca su “Outlook Express for Windows 7-8.1-10 (x86-x64 Bit).exe” e installa il programma
3. Finita l’installazione, si arirà la finestra del Prompt dei Comandi e segui le instruzioni
4. Chiudi la finestra del Promt dei Comandi
5. Clicca sopra il collegamento “Outlook Express.lnk” sul desktop e apri il programma ….

:::: ATTENZIONE ::::
Questo Programma è funzionale per sistemi Windows 7-8.1-10 All Version …
Se seguite le istruzioni passo a passo non dovreste avere problemi …!!!

Download:
https://mega.nz/#!nAsGHQgS!5G-vUI_qyXfa-Fcg2A7FWXAg3nq3cGCTCyPQ_1imLxs
oppure
Download:
https://1drv.ms/u/s!AnAa9_lPvRXzgYRnu2nMQmzSo8sRZA

Share Button